Ambiti

Il Politecnico di Torino definisce e persegue i seguenti cinque ambiti di sostenibilità:

  • Energy and buildings

    Perseguire la sostenibilità del Politecnico in termini “energetici” – all’interno dei cinque poli metropolitani che lo costituiscono - significa ridurre/razionalizzare i consumi energetici e il relativo impatto ambientale, garantendo allo stesso tempo la qualità/comfort degli spazi indoor e la sicurezza e convenienza economica degli approvvigionamenti. A tale scopo l’impegno del Politecnico è rivolto a rendere più efficienti le strutture edilizie e a produrre e - ove possibile - acquistare energia da fonti rinnovabili

  • Mobility and transport

    Perseguire la sostenibilità della mobilità - da e verso l’Ateneo ovvero tra i cinque poli metropolitani che lo costituiscono - significa garantire la libertà di movimento dei suoi dipendenti/utenti senza sensibili limitazioni nell’uso dei vari mezzi di trasporto - motorizzati e non - che possono essere impiegati, tenendo in adeguato conto i vincoli, soprattutto energetici ed ambientali, che la società odierna ci pone, e perseguendo gli obiettivi di qualità, sicurezza ed efficienza che devono connotare i trasporti moderni.

  • Urban outreach

    Questo ambito include due punti di vista:

    Verso la Città e il Territorio: in questo senso perseguire la sostenibilità delle sedi del Politecnico da un punto di vista dell’estensione al raggio d’azione urbano/metropolitano (urban outreach) sottende la maturata consapevolezza di dover offrire un sistema diffuso e multipolare di servizi, altamente interconnesso, permeabile con il milieu di risorse locali (imprese e istituzioni ai vari livelli pubbliche e private.

    Verso la comunità Politecnica: perseguire la sostenibilità in relazione alla qualità della vita e significa porre al centro il benessere di coloro che vivono l’Ateneo (studenti, corpo docente, tecnici - amministrativi) secondo un approccio antropocentrico capace di esprimere indicatori sintetici della qualità della vita dell’uomo. Lo sviluppo sostenibile passa necessariamente attraverso l’aumento della conoscenza e della consapevolezza degli individui.

  • Food, water and waste

    Questo ambito include due punti di vista:

    Cibo e benessere: l’Ateneo si impegna alla valorizzazione della sostenibilità delle filiere agro-alimentari (risparmio energetico, riuso delle eccedenze), alla valorizzazione dei prodotti locali e tradizionali e all’incentivazione di linee guida per i fornitori di ristorazione collettiva all'interno dell’ateneo in termini di appalti e acquisti (materiali utilizzati).

    Perseguire la sostenibilità del Politecnico in termini “gestione dello smaltimento” – all’interno dei cinque poli metropolitani che lo costituiscono - significa ridurre/razionalizzare la produzione di rifiuti diminuendo così il relativo impatto ambientale, seguendo l’approccio del “riuso-riciclo-riduzione”. A tale scopo l’impegno del Politecnico è rivolto a rendere più efficienti sia gli smaltimenti sia gli acquisti, in ottica di una completa chiusura del ciclo di vita del prodotto in maniera sostenibile.

  • Green procurement

    Perseguire la sostenibilità del Politecnico in termini di “acquisto ecologico” – all’interno dei cinque poli metropolitani che lo costituiscono - significa acquistare materiale per l’ateneo e i dipendenti seguendo le linee guida del green public procurement (Protocolli APE) in modo da rispettare l’ambiente senza dimenticare la convenienza economica degli approvvigionamenti.

© Politecnico di Torino - Credits